Indice articoli


 

Casa dello Studente - Casa della Musica , Via dei Capitelli, giugno 2007 [STELLA]

L'aria sulla terrazza era calda e invitava al ricordo. Stella pensava a quanto gli aveva raccontato il suo amico Fall. La Casa della Musica era stata inaugurata cinque anni prima.
Lei si trovava là in alto, appoggiata al muretto, fumando una sigaretta e guardando nella direzione da cui provenivano le voci smorzate di chi usciva dal bar al piano terra dell'edificio di fronte.
Da lassù si godeva una splendida vista sui tetti di Cittavecchia. L'odore di mura marce di umidità che Fall gli aveva ben descritto sembrava di sentirlo anche ora, ma chiunque fosse nato e vissuto a Trieste, come la nonna o forse la mamma, avrebbe confermato che era solamente l'effetto dello Scirocco.
Provava ad immaginarsi le case che gli stavano in giro quando queste erano tutte distrutte, come bombardate dalla durezza della vita, e come erano rimaste fino a pochi anni fa, quando Fall aveva iniziato a lavorare.
Lo stato di abbandono dell'area era completo e ormai da decenni non c'era più neanche una prostituta in giro; eppure la casa dello studente, dove Stella abitava, era stata una delle numerose case di appuntamento che esistevano nella zona e che consentivano di considerare abitata questa parte di città.

Go to Top
Template by JoomlaShine