dicembre 2003

Cosìvailmondo

Il museo nel metrò, al parcheggio e in ascensore
METTI L'ARTE IN GALLERIA. E IN STAZIONE


Non ha porte d'ingresso, biglietteria, orari, percorso prestabilito. Di essere al Mau, il Museo di Arte Urbana di Torino (www.arte2000.net), ti accorgi soltanto dopo esserci entrato da un po'. Camminando nel Borgo Vecchio Campidoglio ci si imbatte in 36 opere dipinte sulle facciate dei palazzi, scolpite agli angoli delle strade, installate in mezzo alle piazze. E il Mau non è l'unico museo che ha deciso di uscire da palazzi blasonati e gallerie Hi-tech. A Napoli, per esempio, è sceso in metropolitana. Chi vuole fare una visita completa e godersi le opere di Jodice, Kounellis, Mendini, Paladino, Cucchi, può acquistare un biglietto giornaliero, partire dalla stazione di Cilea e scendere a ogni fermata fino a piazza Dante.
Per visitatori in viaggio anche l'Art Drive-In di Merano.

Qui, cercando un parcheggio, può capitare di imbattersi in un museo. Infilandosi nel garage delle Thermae di Merano (tel. 0471.500483) si viene sommersi di suoni e immagini. E lo scenario cambia a seconda del piano dove si decide di sostare: si può parcheggiare sulle mega foto che ritraggono il fiume Passirio, che tappezzano il pavimento, cullati dal rumore dell'acqua, trovarsi circondati dai ghiacci al primo piano, o diventare il bersaglio visivo di otto grandi occhi che si muovono su altrettanti schermi al plasma al piano meno uno.
Quelli dell'associazione Lift Gallery hanno trasformato in museo tre ascensori condominiali via Pasquale Tola 42, Roma; via Torcicoda 115/1, Firenze; Casa della Musica, via Capitelli 3, Trieste; www.liftgallery.it), diventi microscopiche gallerie. Per visitarle basta suonare il citofono di uno degli inquilini del palazzo e viaggiare da un piano all'altro il tempo necessario ad ammirare le opere esposte.
Ingresso vietato, infine, in un altro estroso museo romano. Edicola Notte si visita solo dall'esterno. La piccola vetrina di vicolo del Cinque 23 a Trastevere funziona come un'edicola notturna: si accende alle 20 e si spegne all'alba illuminando l'opera contenuta.


Ilaria Simeone

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Go to Top
Template by JoomlaShine