adrianoSpett.le “la Repubblica”

Roma, 6 agosto 2001

Oggetto: “LIFT GALLERY 2001”
manifestazione che si terrà da fine settembre a dicembre 2001, nell’ascensore del condominio di via P. Tola 42 in Roma, ideata dall’Associazione Culturale Lift Gallery e dalla “Rivista di Equipèco”, in collaborazione con l’Associazione Culturale “il pennino”.

Dott. Michele Smargiassi,
Le invio in allegato il programma 2001 e colgo l’occasione per aggiornarla sugli sviluppi della Lift Gallery.Come può notare, da entità condominiale ci siamo costituiti in associazione culturale. La quota associativa annuale è di £.10.000 (5,16 euro), da qui si capisce che contiamo, con un certo ottimismo, sulla nostra capacità di estensione del progetto e raccolta di adesioni.
Lo statuto prevede, tra le finalità dell’associazione: “..di promuovere la creazione e la diffusione di iniziative culturali ed artistiche, oltre che negli ambienti già istituiti a tal uso, nei luoghi, in particolare zone di transito, propri del vivere quotidiano, siano questi pubblici o privati. Promuovere l’aggregazione sociale e la riqualificazione ambientale nei suddetti luoghi.”
Il logo dell’associazione trae ispirazione dalla segnaletica urbana; per forma e colori denota accessibilità, zona ad uso... Sorta di tabella civica che volentieri vedremmo all’esterno di un edificio a segnalare una Lift Gallery, non solo nel nostro quartiere.
Facciamo sul serio, quindi siamo alla ricerca di sponsor e, dato l’oggetto del nostro fare, puntiamo alto: Otis, Kone, Schindler, aziende leader dell’ascensorismo a livello mondiale. Alla nostra richiesta di in-globalizzare i loro soldoni la prima ha detto no (peggio per loro), la seconda ci sta pensando ed in caso di riposta negativa passeremo alla terza.
Comunque vada, la cosa si farà, alla meno peggio il rinfresco potrebbe offrirlo “La Fonte del Tramezzino”, gastronomica della zona.
Neanche la Lift Gallery si è salvata dalle manifestazioni per lo scudetto alla Roma: l’amministratore, rag. Carisi, di fede romanista, vi ha puntualmente esposto le effigi dei calciatori, Capello compreso e, con una botta di creatività, pure Montella piegato a forma di aeroplanino!
L’oltraggio poi subìto dalle immaginette, ci dà un indizio in più: la Mano Invisibile (serviva dirlo?) è laziale.

Cordiali saluti
Pino Rosati / Lift Gallery

Go to Top
Template by JoomlaShine